Per appuntamenti: 3394221463

Dieta anti aging

La dieta antiaging è un tipo di alimentazione sana ed equilibrata che permette, grazie a una selezionata scelta alimentare, di prevenire l’invecchiamento cellulare del nostro corpo. Il cibo ha un ruolo centrale nel contrastare l’azione dei radicali liberi, veri nemici dell’eterna giovinezza. Modificare la propria alimentazione introducendo alimenti nuovi e altri già noti, abbinandoli in maniera corretta e funzionale permette di ottenere grossi benefici sulla salute e sul nostro aspetto fisico. 

Come prevenire l'invecchiamento con la dieta

Una dieta anti aging si basa innanzitutto su solide basi scientifiche che dimostrano come alcuni alimenti siano favorevoli a preservare la condizione di salute e benessere. Non è tutto, un’alimentazione antiaging consente inoltre di perdere peso, di incrementare l’energia, di migliorare le prestazioni sportive e permette di coadiuvare l’eliminazione di scorie dal nostro organismo. Abitudini alimentari scorrette e alcune categorie alimentari hanno invece dimostrato di peggiorare i processi infiammatori e aumentare l’ossidazione cellulare. Vediamo quindi quali sono i principali nutrienti presi in considerazione quando si parla di alimentazione anti aging.

• Omega 3: sono acidi grassi essenziali e come tali dobbiamo necessariamente introdurli con l’alimentazione poiché non siamo in grado di sintetizzarli autonomamente. I loro effetti benefici sono dovuti alla loro capacità di trasformarsi in molecole biologicamente attive chiamate eicosanoidi. Agiscono positivamente nei confronti della salute del cuore, sono dotati di potente effetto antinfiammatorio e antiossidante, sono correlati al funzionamento cerebrale e al corretto sviluppo fetale nella donna in gravidanza. Il loro effetto si traduce in una protezione dal rischio di arteriosclerosi e malattie cardiovascolari nonché in una prevenzione da tutte le malattie correlate all’infiammazione e allo stress ossidativo. La loro assunzione deve pertanto essere particolarmente adeguata negli sportivi, nei fumatori, nei soggetti affetti da malattie reumatiche o cardiologiche o in chi ha famigliarità per tali malattie. Non da meno il loro ruolo nella salute e nell’aspetto della cute. Sono presenti principalmente nel pesce e nei rispettivi oli, ma anche nelle noci, nelle alghe e nell’olio di lino (se adeguatamente conservato e consumato a crudo).

• Omega 6: anche gli omega 6 sono acidi grassi essenziali tuttavia, a differenza degli omega 3, tendono ad abbondare nella tipica dieta occidentale per la loro presenza in molti oli vegetali e prodotti alimentari industriali. Se gli omega 3 sono precursori di eicosanoidi che possiamo definire “buoni”, gli omega 6 sono invece precursori che possiamo invece definire generalmente “cattivi” ossia in grado di aumentare l’infiammazione e di conseguenza anche il rischio cardiovascolare. Così se da un lato sono essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo (nelle giuste quantità riducono il colesterolo LDL) è bene non esagerare e avere sempre un adeguato rapporto omega3/omega6. Troviamo gli omega 5 nell’olio di semi di girasole, nell’olio di mais, nell’olio di soia ma anche nelle uova e nella carne.

• Vitamine A, C, E: rappresentano sicuramente i più importanti antiossidanti vitaminici e la loro azione permette di inibire l’azione dei radicali liberi, molecole dannose per la salute che si producono naturalmente in seguito alla respirazione cellulare e come conseguenza di attività fisica intensa e di abitudini di vita scorrette, come il fumo di sigaretta. La vitamina E ha un importante ruolo anche nella prevenzione del cancro gastrico grazie alla sua capacità di bloccare la formazione di nitrosamine. Un corretto apporto vitaminico deve essere garantito in tutta la popolazione e in particolare in chi ha un sistema immunitario compromesso. La vitamina Cè presente principalmente in agrumi, fragole, kiwi, rucola e peperoni. La vitamina E la troviamo principalmente nell’olio di oliva, meno negli altri oli vegetali. La vitamina E per le sue proprietà antiossidanti viene largamente impiegata nel mondo della cosmesi grazie alla sua capacità di bloccare la propagazione di forme ossidanti conseguenti alla continua esposizione della cute alle varie forme di inquinamento.  La vitamina A, e in particolare uno dei suoi precursori il beta carotene, la troviamo soprattutto negli ortaggi a foglia verde, nel tuorlo d’uovo e nelle carote.

• Proteine: le proteine, assieme a grassi e carboidrati, rappresentano i tre macronutrienti che compongono la nostra alimentazione. Esse espletano diverse funzioni essenziali nel nostro corpo e la loro funzione è prettamente strutturale: sono componenti di enzimi, partecipano alla riparazione dei tessuti e alla crescita muscolare. La dieta occidentale è diventata, soprattutto negli ultimi anni, tendenzialmente iperproteica anche per colpa di prodotti e diete dimagranti che vogliono ottenere perdite di peso rapide e poco durature. Un eccesso di proteine provoca disbiosi intestinale, ovvero uno squilibrio della flora batterica che colonizza l’intestino con la prevalenza di popolazioni batteriche putrefattive. La conseguenza di ciò è innanzitutto un alvo stitico, un peggioramento della salute generale e un aumentato rischio di sviluppare tumori del tratto gastrointestinale. Le diete iperproteiche sono inoltre generalmente più ricche di carne e di altri prodotti di origine animale ed è ormai noto come il consumo di prodotti animali dovrebbe essere moderato per prevenire malattie cardiovascolari, oncologiche, cerebrali e metaboliche.

• Antitumorali vegetali: si tratta di sostanze alimentari dalle comprovate proprietà antitumorali. Fra le più importanti ricordiamo, curcumina, licopene, genisteina, luteina, resveratrolo e quercetina. La curcumina, contenente nella spezia della curcuma, è nota per il suo potere antiossidante e antinfiammatorio, specie se abbinata a pepe nero, ma ha anche dimostrato di ridurre il rischio di sviluppare cancro del colon. Il licopene è un carotenoide presente soprattutto nei pomodori e il cui interesse scientifico ruota attorno alle sue spiccate proprietà antiossidanti, anti invecchiamento e cardioprotettive. Il licopene protegge la cute dall’esposizione prolungata ai raggi solari, risultando così un vero alleato antiaging nel donare alla nostra pelle l’eterna giovinezza.

Categorie: Dietetica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *